20 ottobre 2012

Tira più Katie Holmes che una pariglia di scientologists

di Luca Gili

Pur essendo abbastanza appassionato di cinema, non posso certo definirmi un grande cinefilo e forse non è sorprendente che il nome di Tom Cruise sia associato, nella mia memoria, al solo Mission Impossible 2, che alcuni amici mi trascinarono a vedere quando ancora frequentavo le scuole medie. Immagino che abbia fatto anche altri film - che probabilmente non ho visto perché il genere d'azione non mi appassiona più di tanto.

Ancor meno so di Katie Holmes: forse ha recitato in film che ho visto; è una donna avvenente e so per certo che è stata sposata con TC, da cui ha avuto una figlia. Poi i due si sono separati, perché KH, tornata al cattolicesimo (come la precedente moglie di TC, Nicole Kidman), non voleva che TC educasse la loro figlia secondo i principi della religione di Scientology, di cui TC è un noto adepto.
Ho fatto questa breve presentazione dei due protagonisti del post, perché è probabile che non tutti i lettori del blog li conoscano.

Ad inizio luglio 2012 mi trovavo in Inghilterra e, sostando all'aeroporto di Gatwick, mi comprai una folta mazzetta di giornali per ingannare il tempo. Erano i giorni in cui TC e KH annunciavano la loro separazione e sia il Times che lo spassosissimo Daily Mail dedicavano ampie pagine alla vicenda. La cosa più interessante, almeno per me, era l'ampio spazio dedicato a Scientology, religione di cui non sapevo nulla, ma di cui avevo spesso notato l'imponente edificio in Avenue de la Loi, nel pieno centro di Bruxelles.
Scientology, per farla breve, è una religione gnostica, infarcita di scemenze parascientifiche, che dovrebbero essere la versione 2.0 della gnosi contro cui si scagliava san Paolo in quel memorabile brano della prima lettera a Timoteo: "Timòteo, custodisci il deposito; evita le chiacchiere profane e le obiezioni della cosiddetta scienza, professando la quale taluni hanno deviato dalla fede" (1 Tm, 6, 20-21). San Paolo ovviamente non critica la scienza sperimentale - che peraltro all'epoca non c'era, ma che era ben nota allo Spirito Santo che lo ispirava; semplicemente criticava la 'gnosi' di quanti volevano predicare una divinizzazione che non passasse per la mediazione di Gesù Cristo.
Perché il punto è sempre questo. La fede ci dice che Dio vuole renderci simili a Lui ('saremo simili a Lui, perché lo vedremo come Egli è' 1 Gv 3,2), e questa somiglianza è data dalla grazia, che è appunto quella partecipazione alla vita divina che otteniamo grazie alla mediazione dell'unico redentore dell'uomo, Gesù Cristo, che morì in croce per i nostri peccati.
La gnosi dice che non c'è bisogno di Cristo e della sua croce, dato che siamo già Dei: il segreto è prenderne coscienza.
Ed è questo che promettono gli scientologisti ai loro adepti: mediante strani corsi, vorrebbero spiegare che noi siamo 'Thetans' discesi dal cielo in corpi corruttibili. I Thetans sono eterni e invincibili, ma sono decaduti sulla terra a seguito di guerre galattiche (!). Il che altro non è se non una versione, ai miei occhi anche più ridicola, dei racconti antichi circa la decadenza del pleroma divino.
Ebbene, il segreto, per lo gnostico 2.0, è scoprire questa verità, prenderne coscienza: solo così ti appropri della tua vera natura, che è già divina.

Rimango sempre un po' deluso nel constatare che il diavolo non ha poi tanta fantasia nel proporre alternative all'unica Verità che salva.
Ma sono sempre deliziato nel vedere come Dio ci ricorda che siamo uomini, semplici e fragili e dal cuore inquieto - quel cuore inquieto che, sappiamo, si placa solo nella amicizia con Dio.
Ebbene, a quanto pare TC sta riconsiderando la sua aderenza a Scientology, per amore di KH, che lo aveva abbandonato proprio a causa delle strambe dottrine professate fino ad ora dal fervente scientologista TC.
La bellezza di KH, che è stata pensata dall'eternità da Dio, è ciò che ora affligge TC e gli ricorda che non è certo un dio - un Thetan (!) - ma un poveraccio come tutti, che ha bisogno dell'amore della sua ragazza, ed ancor più dell'amore di quel Dio che da sempre chiama tutti a Sé. 
 

4 commenti :

  1. Non sapevo che KH e NK fossero ritornate al cattolicesimo, a dire il vero non sapevo nemmeno che un tempo lo fossero state. Però il fatto, oltre ovviamente a farmi piacere per le signore, spiega bene il perché dei due divorzi.

    RispondiElimina
  2. Chi ricorda il Tom Cruise di Operazione Valchiria? Non potendo fare a meno delle sue doti d'attore e non volendo offendere la indubbia sacralità di Scientology, probabilmente il regista preferì non esplicitare la fervente fede cattolica del colonnello von Stauffenberg e degli altri complottisti.

    RispondiElimina
  3. Lorenzo Roselli25 ottobre 2012 12:27

    La bellezza di Kate Holmes è discutibile, ma se riesce a portare via qualcuno da Scientology, ben venga.

    RispondiElimina