15 marzo 2013

Manuale per conoscere la Massoneria


di Beppe Fusilli


Quante volte abbiamo sentito parlare di “Massoneria”, di “Poteri Forti” e di “Lobby di potere”,  senza sapere bene in realtà di cosa stessimo parlando? Un argomento questo abbastanza oscuro, ammantato di nebbie ed ignoranza. Non so se ricordate il celebre film di Stanley Kubrick, “Eyes Wide Shut”, un’espressione idiomatica che si traduce con “ingenuo", "inconsapevole". Questo film pone appunto, come sfondo della narrazione, la realtà segreta e inquietante di una loggia massonica, nella quale si ritrovano politici, personaggi pubblici di fama comune, persone “insospettabili”, tra cui il protagonista Tom Cruise.

Ma non è del film che voglio parlare, bensì di un vero e proprio “Manuale per conoscere la Massoneria”, ad opera di padre Paolo Siano, sacerdote religioso dei Frati Francescani dell’Immacolata, e uno dei massimi esperti di Massoneria ed Esoterismo oggi in circolazione.
Ma che cos’è concretamente la Massoneria? Facciamo un breve excursus storico.

Essa trova la sua origine nelle corporazioni muratorie medievali, vere e proprie associazioni di artigiani, scalpellini, architetti e manovali cattolici, artefici delle magnifiche chiese e cattedrali. Veri e propri miracoli architettonici, per noi oggi irripetibili nonostante l’ausilio della tecnologia. Intorno al XIII-XIV secolo però, queste corporazioni cominciarono a perdere di prestigio, e gradualmente vi entrarono a far parte anticlericali e appassionati di scienze magiche (ermetismo, alchimia, cabala ebraica ecc…). Tra fine Cinquecento e inizio Seicento, le corporazioni cominciarono a mutare di natura. Le antiche arti muratorie dei costruttori furono sostituite dalle scienze esoteriche di impostazione gnostica. Nel periodo dell’Umanesimo e del Rinascimento ci fu una rinascita del paganesimo e cominciò a diffondersi il mito dei Rosacroce, i quali, attraverso riti iniziatici ed esoterici, tentavano di raggiungere L’Unità trascendente di tutte le religioni. In definitiva loro scopo primario era creare una Religione “Universale”, con l’obiettivo di eliminare il nemico numero uno che si opponeva a questo progetto: la Chiesa Cattolica. Tra il 600 e l’800, attraverso le sanguinose rivoluzioni, Inglese e Francese prima, quella Americana e il “Risorgimento” Italiano poi, si fecero saltare ad una ad una le Monarchie europee, che avevano la loro origine nei sovrani cattolici medievali. L’ultimo dei quali fu, nel 1914, lo sventurato Arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono d'Austria-Ungheria, con sua moglie Sofia. Era l’ultimo regno cattolico in Europa. A questo servì la Prima Guerra Mondiale: spazzare via una volta per tutte i rimasugli di quello che ancora oggi viene con disprezzo chiamato l’Ancient Regime.

Ma qual è lo scopo della Massoneria?
Cito direttamente dal libro :“La liberazione e l’autonomia dell’uomo da Verità assolute, immutabili, universali. La Massoneria pretende di liberare l’uomo dalle presunte catene del dogma religioso e morale e dalla presunta tirannia religiosa della Chiesa Cattolica, l’unica Istituzione (la Chiesa) che può insegnare all’uomo tutta la Verità.” Quante volte sentiamo oggi nel parlare comune “la verità non esiste”, “non esiste una verità assoluta, ma esistono LE verità soggettive”? Si tarpano così le ali della ragione, rinchiudendosi in questo scetticismo intellettuale che apre le frontiere del relativismo etico, i cui frutti ammiriamo con orrore in questi tempi oscuri: legalizzazione del divorzio, e conseguente banalizzazione e commercializzazione del sesso; pornografia, anche minorile; crescente percentuale di abusi sessuali e di stupri; alcolismo dilagante; aborto (la madre può uccidere il frutto del suo grembo); eutanasia (i deboli vanno soppressi perché un peso per se stessi e gli altri); matrimoni omosessuali ecc... Questi i famosi  “frutti della carne”, di cui parlò san Paolo, “fornicazione, impurità, libertinaggio, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere” (Gal 5,19-21).

Altro concetto che sta prendendo piede nel comune (s)ragionare è “l’unione degli opposti”, attraverso un sincretismo religioso e culturale che, inevitabilmente, livella ed elimina ogni tipo di differenza e distinzione, umana, sociale, razziale, religiosa, e ora anche di specie e di “genere”.  Cito testualmente dal manuale di padre Siano: “Uno dei temi salienti dell’esoterismo massonico è la conciliazione degli opposti  (tema fondamentale in Alchimia, Ermetismo, Cabala…), di tutti gli opposti  (Vita-Morte, Luce-Tenebre, Maschile-Femminile, Bene-Male…), raffigurata da vari simboli massonici (es. il pavimento a scacchiera nella loggia dei primi tre gradi, l’aquila a due teste del 30° e del 33° grado del Rito Scozzese Antico e Accettato – R.S.A.A.). Il principio della conciliazione degli opposti si manifesta anche con la presenza in Loggia di massoni che professano credi filosofici e religiosi contraddittori gli uni con gli altri. Secondo il massone e occultista Oswald Wirth, 33° grado R.S.A.A., il massone deve vedere nel G.A.D.U - Grande Architetto dell’Universo - una Forza viva, presente ed operante che può essere interpretata anche come un diavolo (un diable)!”


Un progetto terribile e disumano, che mira alla divinizzazione dell’uomo attraverso l’appropriazione di diritti che spettano soltanto a Dio.
A tal proposito, invitiamo coloro che sono interessati ad un approfondimento sul soggetto Massoneria a “gettare un occhio” sul manuale di padre Paolo Siano, edito da Casa Mariana Editrice (facilmente reperibile su Internet). Il libro è agile e ben scritto, suddiviso in voci ed argomenti sotto forma di dizionario, perciò anche di facile consultazione.

Chiudiamo infine, con una considerazione che ci infonda speranza in questi tempi difficili. I nemici della Chiesa e della Verità, è vero, sono forti e numerosi, ma il Signore ha promesso che “le porte degli Inferi non prevarranno” e la Madonna a Fatima ha profetizzato che nonostante sofferenze e persecuzioni “il mio Cuore Immacolato, alla fine, trionferà”.

P.S. In stile Campari & de Maistre vi lasciamo con questo sketch di Corrado Guzzanti, che nello scherzo dice la verità: ci stanno rivoltando come calzini, e noi? Non si batte ciglio!


 

2 commenti :

  1. secondo te quindi la massoneria avrebbe organizzato le sanguinose rivoluzioni, Inglese e Francese prima, quella Americana, il Risorgimento Italiano nonché la prima guerra mondiale?

    davvero, dai.. chi è il tuo spacciatore? ti dà della roba davvero fantastica! è veramente il migliore sulla piazza

    e questo, caro Fusilli, ignorando il fatto che rivoluzione inglese ad americana hanno coinvolto stati che sicuramente non contribuivano al potere della chiesa cattolica!

    vai, vai credi a guzzanti che "nello scherzo dice la verità"

    RispondiElimina
  2. Rispondo al precedente commento: basta leggere qualcuno dei vari libri di massoni "pentiti" pubblicati negli ultimi anni per capire che proprio i massoni si attribuiscono i meriti di guerre e rivoluzuone e vanno fieri della loro storia di condizionamenti politico-economici.

    RispondiElimina