24 ottobre 2013

PELLEGRINAGGIO SUMMORUM PONTIFICUM - Cronaca della prima giornata (con breve intervista a mons. Guido Pozzo)

di Campari & de Maistre

Inizia oggi, con i Vespri Pontificali che si svolgeranno alle ore 19:15 presso la Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini e saranno presieduti da mons. Guido Pozzo, la seconda edizione del Pellegrinaggio internazionale organizzato dal Cœtus Internationalis Summorum Pontificum, la federazione dei gruppi che si avvalgono del Motu Proprio emanato da Benedetto XVI per la liberalizzazione della forma straordinaria del Rito romano. 

Il Pellegrinaggio, che terminerà sabato 27 ottobre e il cui programma completo può essere consultato sul suo sito ufficiale, intende mostrare l’unità del popolo Summorum Pontificum, la sua “perseverante volontà di essere presente nella vita della Chiesa, per concorrere alla diffusione del dono della liturgia tradizionale”. Il momento culminante della manifestazione sarà la Santa Messa pontificale celebrata sabato alle ore 11 in San Pietro da Sua Eminenza il card. Castrillon Hoyos, che festeggerà anche il 61° anniversario della propria ordinazione sacerdotale.

Campari&deMaistre sarà, se così si può dire, il “media partner” del Pellegrinaggio. Seguirà da vicino tutti gli eventi delle quattro giornate, offrendone cronaca e immagini sia sul blog che sulla nostra pagina ufficiale di Facebook. Stay tuned!

CRONACA DEGLI EVENTI IN PROGRAMMA GIOVEDÌ 24 OTTOBRE 2013:

- Vespri pontificali di San Raffaele e accoglienza dei pellegrini – Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini (ore 19:30)

Aspettando i Vespri, cantati dalla Schola Sainte Cécile e presieduti da Mons. Guido Pozzo.




















Mons. Pozzo accolto dall'Abbé Barthe.



















Mons. Pozzo, segretario della Pontificia Commissione Ecclesia Dei: "il Vetus Ordo ci fa percepire il senso del sacro e della Divina Maestà".
















Mons. Pozzo presiede i Vespri. 


















La Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini gremita di fedeli.





























Suore Francescane dell'Immacolata.


















 
La celebrazione:
Alcune cantrici della Schola Sainte Cécile:
La benedizione finale: 


Video:

video

Video (2):
video

Al termine della celebrazione, abbiamo avuto un breve colloquio con mons. Guido Pozzo, segretario della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei", il quale ha rilasciato al nostro Riccardo Facchini questa dichiarazione:

"Rispetto a due o tre anni fa, la celebrazione della forma straordinaria si è diffusa molto più ampiamente. Anche da parte dei Vescovi c'è una maggiore accoglienza: soprattutto dopo l'Istruzione "Universae Ecclesiae", è stata fatta molta chiarezza e questo ha aiutato anche l'ordinamento della celebrazione della forma straordinaria. A parte alcuni casi particolari, dove si nota ancora una certa resistenza, l'Istruzione ha aiutato a far recepire bene l'uso antico della Messa, perché non si tratta di una contrapposizione alla forma ordinaria, come è stato detto bene già nel Motu Proprio "Summorum Pontificum", ma di una complementarietà, di un reciproco arricchimento. Occorre certamente evitare qualunque forma di ideologizzazione, dall'una e dall'altra parte, della liturgia: essa non è uno strumento ideologico, ma lo strumento per rendere gloria a Dio. Evitare le ideologizzazioni, dunque, e favorire il rispetto reciproco tra queste due forme, che costituiscono l'unico e medesimo Rito romano". 

La prima giornata del Pellegrinaggio si conclude qui. Appuntamento a domattina per il Rosario (Santa Maria in Campitelli, ore 9).
 

0 commenti :

Posta un commento