18 giugno 2016

Miracoli e guarigioni. Dio ci sta parlando


di Francesco Filipazzi

Giorni fa Maurizio Blondet riportava dell'aumento di possessioni diaboliche in alcune zone periferiche del mondo, rilevando che se nel mondo "centrale" queste non avvengono (o avvengono in numeri minori) è perché qui ormai l'uomo ha deliberatamente aderito alle proposte del diavolo. La prospettiva è inquietante, ma purtroppo ciò che scrive Blondet è confermato. Anzi, già due anni fa gli esorcisti italiani davano  notizia di un aumento delle richieste di esorcismo, causato da un aumento delle pratiche occulte.

Satana quindi è sempre più arrogante e si nasconde sempre meno, però chi si occupa di apologetica e si informa su quanto accade nel mondo, pur tenendo presente la minaccia, è tranquillizzato da altri fatti che avvengono sempre più numerosi. Sono tornati i miracoli. E' vero che in realtà questi sono sempre avvenuti, ma a quanto pare, nonostante la Chiesa mantenga il suo (doveroso) riserbo, sempre più persone possono toccare con mano l'azione di Dio e l'intercessione di Maria. Ma andiamo con ordine.

Voci sempre più insistenti sostengono che a Częstochowa, in Polonia, stia succedendo qualcosa di importante. Le guarigioni miracolose sembrano in aumento e nel paese di Giovanni Paolo II si sta riaccendendo un grande fervore religioso, attorno al luogo mariano, meta di pellegrinaggi sempre più numerosi. La fonte di questa notizia sono però semplici cittadini polacchi, in quanto i media difficilmente parlano delle guarigioni miracolose e la stessa Chiesa è molto riservata. Basti pensa che a Lourdes, dal 1858, sono state segnalate 7.200 guarigioni, ma la Chiesa ne riconosce solo 69 derivanti dalla Madonna. Le altre però sono definite inspiegabili dai medici. 

Un capitolo a parte meritano poi i miracoli eucaristici. Il Timone di questo mese si dedica proprio a questo argomento, riportando che negli ultimi vent'anni, in occasione della distribuzione dell'Eucarestia o di sue profanazioni, le ostie più di una volta hanno iniziato a sanguinare. Noto è l'episodio riguardante la Diocesi di Buenos Aires, quando vescovo era Jorge Mario Bergoglio. Nel 1996 una particola si mutò in un pezzo di cuore che, analizzato da ignari medici, rivelò caratteristiche sorprendenti. Era tessuto derivante da un cuore vivo. Il miracolo avvenne, come spiega mons. Laise, nei giorni in cui veniva introdotta la comunione in mano. L'ultimo miracolo eucaristico in ordine di tempo è avvenuto in Polonia nel 2013 ed è riconosciuto dalla Chiesa. Da notare che il tessuto in cui si transustanzia l'ostia è sempre tessuto cardiaco. 

Dunque, fra possessioni e miracoli, cosa dobbiamo dedurre? Fatto è che il Demonio esiste e agisce nel mondo, esistono le possessioni ed esiste il male che l'uomo deliberatamente compie rifiutando Dio. Ma noi sappiamo che nel mondo agisce ben altra forza, quella della Provvidenza di Dio, ben più potente di qualsiasi azione satanica. Il ritorno dei miracoli eucaristici e delle guarigioni, l'azione sempre più visibile di Maria e gli avvertimenti che Ella ci manda, sono segno tangibile che non siamo stati abbandonati, nonostante oggi molti siano colti dalla disperazione. Dobbiamo essere consapevoli che i tempi calamitosi che viviamo sono diretta conseguenza dell'azione malvagia dell'uomo e della sostituzione che molti, anche inconsapevolmente, hanno operato, mettendo idoli terreni al posto di Dio. Ma si badi bene, Cristo vince, Cristo regna, Cristo impera. "Non abbiate paura", insomma. 

 

1 commento :

  1. Era ben per questo che papa Benedetto durante il suo pontificato (ahimé troncato), chiedeva con insistenza esorcisti in gran numero.......voce di colui che grida nel deserto. Fatima si avvicina, preghiamo!

    RispondiElimina