05 settembre 2016

La fabbrica dei mostri. L'ultima sfida a Dio?

Recentemente ci è stato fatto rilevare che in ambito cattolico pro-life si sta parlando poco degli sviluppi apocalittici delle ricerche su provette, fecondazioni eterologhe ed embrioni riprogrammati. Anche in occasione della recente maldestra campagna del Fertility Day molti si sono congratulati con il ministro Lorenzin, senza poi verificare che davvero non fosse un tentativo per sensibilizzare le masse riguardo modalità di concepimento innaturali e contrarie alle leggi di Dio. E' chiaro che soprattutto in questo ambito è stata lanciata l'ennesima faustiana sfida al Creatore.
Il mondo Pro Life non può fare altro che schifare tutto questo e denunciare ciò che sta accadendo nei laboratori di tutto il mondo, spesso con finanziamenti statali.
In questo post indichiamo alcuni approfondimenti tratti direttamente dal sito di Pro Vita, sempre sul pezzo.

Gli embrioni uomo-animale
Li chiamano embrioni chimera, consistono nell'inserimento di DNA animale in embrioni umani. Ne risulteranno appunto dei mostri? Il fatto che li chiamino con il nome di un mostro non fa certo ben sperare. Le sperimentazioni, sotto il silenzio generale, stanno iniziando e lo scenario è decisamente apocalittico. Per ora si sa solo che stanno uccidendo embrioni in quantità industriale.

Embrioni di maiale umani? Forse. Uomini maiali: sicuro.

Embrioni chimere: anche con finanziamenti pubblici

Obama, il nuovo dottor Moreau

Porcherie assortite
E adesso una carrellata di porcherie assortite, fra embrioni congelati e manipolati. Uccisi a milioni.

Embrioni con tre genitori

Embrioni prodotti in vitro. Bastano 14 giorni

Pasticci vari nelle cliniche della fertilità



 

0 commenti :

Posta un commento