16 gennaio 2017

Il Riassunto del lunedì /7

9-15/01/2017

di Francesco Filipazzi

Eccoci qui, un'altra settimana è passata e le notizie dai vari fronti non sono buone. Ma, per dirla in modo poco originale, la situazione è grave ma non seria.

Vaticano e dintorni. Mentre scrivevamo il riassunto della settimana scorsa, il cardinale Muller se ne usciva con una dichiarazione a TgCom24 che ha surriscaldato gli animi. Per questo abbiamo pensato di rimandarne il commento per vederci chiaro. I fatti: il prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede ha detto in mondovisione che la pubblicazione dei dubia non gli è piaciuta particolarmente e che, dato che non è in pericolo la fede, una correzione cardinalizia al papa non sarebbe possibile. Perché lo ha fatto? Non si sa, però successivamente si è sparsa la voce che Francesco, non sapendo più che pesci pigliare, avrebbe chiesto un intervento a Benedetto per cercare di tranquillizzare i cardinali dubiosi (che non sarebbero 4, ma una trentina). Sarà vero?
C'è però un altro filone di analisi. Giorni prima Tosatti ha pubblicato la notizia, verificata, che in Vaticano sono in corso molte defenestrazioni, a quanto pare i diritti dei lavoratori per Sua Santità valgono solo fuori dalle mura leonine. Queste defenestrazioni riguardano proprio il dicastero di Muller. E' dunque per proteggere i suoi, che il prefetto avrebbe cercato di riposizionarsi?
In realtà, il Prefetto non critica nel contenuto i dubia, ma il fatto che siano stati pubblicati.
Intanto il card. Caffarra, fra gli altri, ha rilasciato un'intervista al Foglio nella quale spiega senza mezzi termini che la situazione di confusione attuale non è sostenibile.

Cavalieri di Malta. Prosegue la telenovela fra l'Ordine di Malta e la Segreteria di Stato. Il Vaticano ha richiamato i Cavalieri all'obbedienza, ma i Gran Maestri hanno fatto sapere che loro certamente obbediscono al Papa, ma sulle nomine interne quest'ultimo non ha voce in capitolo. E noi ci chiediamo: l'obbedienza al Papa oltre Tevere è diventata semplicemente una questione di protezione delle cariche degli amici del cerchio magico? O dovrebbe piuttosto essere un'obbedienza spirituale?

La fecondazione eterologa sarà passata dalla mutua. Ringraziamo Beatrice Lorenzi, politica che dovrebbe essere cattolica. Il prossimo che viene a dirci di guardare all'NCD finisce male.

In Cile i democristiani rendono legale l'aborto. Ogni mondo è paese. I politici che si riempiono la bocca dell'essere cattolici anche in Cile saranno determinanti per approvare le leggi che renderanno legale l'aborto, all'epoca proibito da Pinochet. Complimenti.

I vescovi greco-cattolici ucraini fanno i vescovi. Ex oriente lux, ma dal cattolicesimo orientale, non certo dagli ortodossi. In un'enciclica durissima gli ucraini distruggono senza mezzi termini l'ideologia gender. Il testo potrebbe essere a nostro parere un'ottima pagina di magistero e ne parleremo approfonditamente.

Il sinodo sui giovani. Secondo rumor vari, dopo aver spiegato ai suoi stretti collaboratori che non potrebbe reggere un sinodo conflittuale come quelli precedenti, Francesco ha deciso che nel 2018 ci sarà un sinodo sui "giovani", un argomento considerato fuffa. Eppure temiamo che la discussione sarà il revival dei luoghi comuni anni '70, quando la categoria dei "giovani" entrò nel vocabolario e non ne uscì più. Personalmente (questa è una scommessa personalissima, sono pronto a offrire 1 birra ai primi 10 che aderiranno, scrivendo una mail, nel caso venissi smentito, ma spero vivamente di perdere) penso che salteranno fuori i soliti solertissimi a mettere in discussione la castità prematrimoniale.

Villeggiatura a Guidonia. Magister riporta che Sua Santità starebbe cercando un buen retiro a Guidonia. La notizia potrebbe sposarsi con le voci di dimissioni che girano da tempo, piuttosto insistenti? Le voci esplicite infatti sono arrivate sulla stampa solo ieri, dopo almeno due mesi. Un bel casino. E poi il sinodo sui giovani chi lo fa? Pio XIII?

 

1 commento :

  1. Muller ha già il biglietto sola andata per la Baviera, peccato non si possa fare la stessa cosa per il compaesano monaco Benedett(in)o, ritiratosi più o meno sua sponte......chissà se prima del buen o malo retiro il vdr farà a tempo a cancellare la Cdf e festeggiare non solo coi francobolli, Lutero and co. attendiamo s-fiduciosi....

    RispondiElimina