20 febbraio 2017

Il riassunto del lunedì. Brainwashing


di Francesco Filipazzi

Abbiamo presentato il libro a Milano. Con Maurizio Blondet, il 16 febbraio. Abbiamo registrato un buon successo di pubblico e la serata è stata molto interessante. Il tour continua.

Partito Democratico. Ormai la scissione sembra cosa fatta. La linea Renzi non è più condivisa da una parte del partito corrispondente più o meno agli ex DS, i quali evidentemente sono sempre solo dei poveri comunisti. D'Alema aleggia nell'aere, mentre l'idiota fiorentino dice le sue ultime preghiere. Rimane il timore che i soliti si facciano infinocchiare dal nuovo partito post-democristiano catto-comunista che probabilmente andrà creandosi...

Donald Trump. Continua la cavalcata di Donald Trump, anche se ultimamente sembra perdere qualche colpo. Deve dare qualche concessione alla cricca neocon, il che lo fa apparire indebolito rispetto alle roboanti premesse. Sarà per questo che la Clinton è in testa nei sondaggi? Da notare la prima uscita da first lady di Melania Trump. La grazia di Michelle Obama ci manca davvero un sacco... En passant, il presidente ha rinverdito le sue invettive contro i media di regime.

Trasferte. In settimana si era diffusa la notizia che il cardinale Burke era stato spedito nell'Isola di Guam ad indagare su un caso di pedofilia vecchio di 40 anni. L'isola è un ridente atollo in mezzo all'oceano Pacifico, infestato da serpenti. Per fortuna il cardinale tornerà già fra qualche giorno, in quanto non è in esilio ma, come dice lui stesso, in missione. Più che una punizione, uno scherzo da prete. Va segnalato però che i primi a parlare della questione come se si trattasse di un esilio sono stati i media progressisti ("Il papa spedisce il suo principale oppositore a Guam"), come se tifassero per una purga staliniana. D'altronde di purga loro se ne intendono, visto quello che provoca la loro lettura.

Donne prete. Abbiamo rilanciato un articolo de "La Verità" nel quale si parlava dell'eventualità di poterci ritrovare con le donne prete, sotto impulso di Bergoglio e con argomentazioni imbarazzanti de La Civiltà (ex) Cattolica, come noi avevamo intravisto tempo addietro. Qualcuno ci ha detto che dobbiamo essere sempre d'accordo con tutto ciò che dice il Papa perché egli è l'incarnazione di Cristo sulla Terra. Purtroppo questa posizione in rete si sta diffondendo, il che potrebbe creare qualche problema nei prossimi tempi.

Ciaone. Muller ha rilasciato un'altra intervista, nella quale spiega che il federalismo dottrinale a cui l'interpretazione di Amoris Laetitia ci sta esponendo non è accettabile. Questa volta però nessuno ne ha chiesto la defenestrazione. Forse perché si sono ricordati che il suo mandato scade a luglio. Probabilmente il prefetto riceverà il ben servito.

Psicoreato. Vogliono fare una legge per proibire la diffusione di notizie false, ma soprattutto di notizie "esagerate". Qualcuno ci spiega cosa sono le notizie esagerate? Dire che questa legge è un'idiozia incostituzionale è esagerato? Chiaramente l'obiettivo è istituire una sorta di direttorio che decida cosa può e cosa non può essere pubblicato. La legge urge a causa "dell'avanzata dei movimenti populisti", recita la presentazione. Il lavaggio del cervello si è inceppato e il potere ha mandato i suoi soldatini a porre rimedio.

Marcia per la Vita. Il 20 maggio si marcerà per la vita a Roma. Non mancate. Segnaliamo che il 18 e il 19 maggio ci sarà il convegno "Rome Life Forum", un evento internazionale che vedrà la presenza del Cardinale Burke, del Cardinal Caffarra e del Vescovo ausiliario di Astana Schneider. Un'ottima occasione per sancire la saldatura, avvenuta ormai da anni, fra il mondo pro life italiano e quello della tradizione.

 

0 commenti :

Posta un commento