21 febbraio 2017

Il santo riformatore San Pier Damiani


di Alfredo Incollingo

Si parla spesso di “riforma” nella Chiesa di oggi: la si invoca alla ricerca di un palliativo che possa, secondo alcuni, risolvere i problemi del cattolicesimo odierno. I giovani sono sempre più miscredenti? Colpa della rigidità, riformiamo la Chiesa, rendiamola più aperta e moderna. La famiglia è in crisi? Apriamo a tutte le coppie e a chi cambia partner, come le figurine. E' questa la riforma che ci serve? Certamente no, è più un danno che un beneficio. Cambiare, tenendo ferma la tradizione cattolica, è possibile, perché la Chiesa agisce nel tempo e deve conservare e tramandare i suoi contenuti, adattandosi alle forme e non alle idee. Chi ha portato avanti una rigida e seria riforma della Chiesa Cattolica è San Pier Damiani, un santo dottore, che prima di riformare l'istituzione lo ha fatto prima di tutto dentro se stesso. Era conosciuto per il suo zelo nella preghiera, nella carità e nel ripulire il suo ordine, quello camaldolese, e la curia romana dai corrotti. Non si può chiedere la carità se dentro di sé alberga il peccato. Aveva rinunciato ad una straordinaria carriera universitaria per abbracciare la sua vocazione eremitica. Accolse con molti dubbi la sua elezione ad abate del monastero camaldolese di Fonte Avellana, nei pressi Urbino, dedicandosi al rinvigorimento dello spirito contemplativo dei suoi confratelli, troppo lassisti nelle loro funzioni. Qui partì la sua riforma. Nel 1057 papa Stefano IX lo chiamò a Roma come cardinale e vescovo di Ostia. La curia romana serbava in sé, all'epoca, numerosi pericoli e molte, troppe, insidie. La corruzione dilagava, come la simonia e la sodomia, e San Pier Damiani si adoperò per estirparla. Nonostante avesse nostalgia dell'eremo, il santo rappresentò una spinta notevole per la riforma medievale della Chiesa Cattolica, indispensabile per non collassare. La Provvidenza divina nei momenti più bui agisce tramite uomini e donne capaci con la Grazia di cambiare la storia. Nella loro carità rifulge Dio. San Pier Damiano non meno di tanti altri santi riformatori ha agito per amore di Cristo, volendo estirpare il male dal Suo corpo mistico.
Oggi più che respingere il peccato, si prova a dialogarci con una buona dose di misericordia e discernimento.

 

0 commenti :

Posta un commento