03 aprile 2017

Il riassunto del lunedì. Fra Martino Campanaro


di Francesco Filipazzi

Don Minutella. In settimana è deflagrato il caso di Don Alessandro Minutella, un prete della diocesi di Palermo molto attivo sul web che ha invocato la resistenza cattolica contro la protestantizzazione della Chiesa, invitando ad organizzarsi. Il risalto avuto dal video pubblicato su YouTube ha provocato una reazione piuttosto forte da parte del vescovo Lorefice (la cui azione più nota è quella di essere andato in bici nel Duomo di Palermo) che ha praticamente rimosso il prete dalla parrocchia. Tralasciamo qui i dettagli della vicenda reperibili altrove. Viene da chiedersi se in questo periodo sia meglio mantenere un basso profilo, prediligendo l'educazione e la rassicurazione delle persone vicine (modus operandi fruttuoso, seguito da molti sacerdoti), oppure se servano questi gesti dirompenti. C'è purtroppo il rischio di ottenere l'effetto opposto e di danneggiare la buona causa e di apparire sconclusionati. Inoltre ci vorrebbe una preparazione teologica solida. Preghiamo la Madonna, Madre del Buon Consiglio, perché protegga e aiuti questo sacerdote.

Il Card. Sarah torna a farsi sentire. Quello che è ormai a tutti gli effetti il guardiano della liturgia, il Card. Sarah, è tornato dopo qualche tempo di silenzio a farsi sentire. In un convegno a Colonia ha rilanciato il ruolo della Messa, ribadendo che il problema centrale del momento che stiamo vivendo è proprio la crisi liturgica. Ha inoltre criticato frontalmente l'atteggiamento degli ultimi 40 anni confronti del rito tridentino, rilanciando il ruolo del Motu Proprio Summorum Pontificum. Sulla Bussola è reperibile una sintesi dell'intervento. Su Homme Nouveau è presente il testo completo in francese.

Il ruolo di Lutero. Prosegue la rivalutazione della figura di Fra Martino. Sua Santità ha invitato a valutarne i lati positivi, senza forse rammentare che Lutero voleva bruciare Roma e il Papa, poiché pensava che il papato fosse un'invenzione del diavolo. Inoltre Francesco dovrebbe tenere presente che i lati positivi del messaggio luterano sono piuttosto sfuggenti, visto che dove l'eresia protestante ha prosperato il cristianesimo è oggi scomparso. Dunque, non possiamo rivalutare il ruolo di Lutero, perché ormai non ha più alcun ruolo.

Usa e Trump. I media si stanno scatenando perché gli USA vorrebbero imporre dei dazi molto pesanti sui prodotti europei. Lo stracciamento di vesti sarebbe legittimo, se gli stessi media non avessero plaudito in modo scompisciato quando l'Europa mise le sanzioni contro la Russia. Peraltro, questa notizia potrebbe benissimo essere riconosciuta come una fake news, poiché è dal 1999 che gli Stati Uniti applicazioni tassazioni speciali sui prodotti provenienti da questa parte dell'oceano. Ma i giornali scandalistici come Repubblica e Corriere se ne accorgono ora.
Nel frattempo, mentre nell'Europa protestante (vedi paragrafo precedente) si discute di eutanasia infantile e la Chiesa cattolica belga approva l'aborto, il cardinale Turkson ha deciso di invitare i cattolici statunitensi a fare opera di lobbing contro Trump, per fargli cambiare le politiche migratorie (che non compaiono fra i principi non negoziabili). Un'ingerenza senza precedenti, che contraddice, come sempre ormai, 2000 anni di spirito missionario. Complimenti.

Eresie conclamate. O Quasi. Dopo aver dichiarato che i Vangeli sono storielle neanche troppo vere, perché d'altronde nessuno era li a registrare, il capo dei Gesuiti, padre Sosa, è diventato lo zimbello del mondo cattolico. Ora un sacerdote ha inviato un promemoria al Papa, per sottolineare che le tesi esposte dal Papa Nero (termine coniato quando la Compagnia di Gesù era una cosa seria) non sono mica tanto accettabili e forse sono un pochino eretiche.

Libri. È uscito il nuovo libro del nostro amico e collaboratore Giuliano Guzzo. Affrettatevi!
 

0 commenti :

Posta un commento