17 aprile 2017

Il riassunto del lunedì. Verso Fatima

di Francesco Filipazzi

Passato il giorno di Pasqua, in questo Lunedì dell'Angelo dell'anno 2017, non possiamo fare altro che ringraziare il Signore per il tempo che ci dona. Mentre il mondo sembra ribollire, nonostante tutto i cristiani di tutto il mondo sono ancora in piedi e riuniti davanti alla tomba vuota. Il prossimo appuntamento, importantissimo e carico di significati, sarà il 13 maggio, quando ricorderemo i 100 anni delle apparizioni di Fatima, che hanno avuto grande significato nella storia della Chiesa e tutt'ora ne hanno. Le vicende terrene però sono impellenti e ci tocca parlarne.

Egitto. Dopo gli attentati della domenica delle Palme, duole informare che per motivi di sicurezza i copti in Egitto non hanno potuto festeggiare la Pasqua. Sono state autorizzate solo le messe. Mentre in Europa il cristianesimo viene disertato, c'è chi muore per Gesù.

Trump, Siria e Corea. Dopo l'attacco farsa degli USA contro la Siria, l'attenzione del mondo si è rivolta verso la Corea del Nord. Il nuovo corso trumpiano ha infatti stabilito che il nemico pubblico numero uno è Kim Jong Un, il quale sta conducendo dei test nucleari. Sarà una strategia per tenere buoni gli onnipotenti apparati guerrafondai dello stato profondo americano, o fa sul serio? Temiamo di sapere la risposta.

Turchia. In Turchia si sono svolte le consultazioni referendarie per decidere se il presidente, dunque Erdogan, possa accentrare tutti i poteri principali nelle proprie mani. Lo spoglio ufficiale dà una vittoria del sì al 51%, quindi abbastanza risicata. La solita comunità internazionale ha dichiarato che le elezioni non si sono svolte nel modo corretto e ci sarebbero stati brogli, ma Erdogan ha risposto con un pernacchione. Ora la Nato ospita quella che secondo i canoni ordinari è una dittatura, o quasi. Difficilmente, stante la situazione siriana, qualcuno andrà a rovesciare il neo sultano.

Miracolo eucaristico in Argentina? Il Vescovo di Santa Fe sta indagando su un possibile miracolo eucaristico avvenuto durante un'adorazione. Di solito, quando accadono questi fatti, si tratta di segnali diretti da parte di Nostro Signore. Ricordiamo che già in occasione dell'introduzione della Comunione in mano, in Argentina si verificarono molti casi di particole sanguinanti. In generale, quando nel mondo si attenta alla Santa Eucarestia, il Corpo di Cristo sanguina.
Sulla Comunione in mano in Argentina, ricordiamo il libro di Mons. Laise.

Gesuiti. Concludiamo con un sorriso. Mentre Sua Santità anche a Pasqua ha invocato l'accoglienza degli immigrati, a quanto pare i gesuiti, ordine di provenienza di Bergoglio, non sembrano molto dell'avviso. Il padre gesuita Ennio Brovedani, direttore della Fondazione Stensen di Firenze ha intimato a dei somali senza troppi giri di parole, di liberare un immobile indebitamente occupato da tre mesi. E' una vergogna infatti che il proprietario debba spendere dei soldi per un immobile occupato. A proposito, il proprietario è in questo caso proprio l'Ordine dei Gesuiti! Dunque, lorsignori non hanno intenzione di seguire i dettami, in materia di immigrazione, del loro confratello nonché Santo Padre?  

0 commenti :

Posta un commento