15 maggio 2017

Il riassunto del Lunedì. Il dogma è conservato, nonostante tutto


di Francesco Filipazzi

Anniversario di Fatima. Riguardo il centenario delle apparizioni del 1917 da qui a ottobre parleremo diffusamente. Oggi possiamo dire che il 13 maggio è stato un momento di grandissima fede, per tutta la cattolicità. A partire dal Rosario di massa di venerdì sera al santuario di Fatima, per proseguire con migliaia di celebrazioni in tutto il mondo, consacrazioni al Cuore Immacolato di Maria, processioni e incontri mariani. E' vero, la Chiesa è in difficoltà, in crisi, molti cattolici sono in fase di ubriachezza molesta e verrebbe voglia di abbandonare tutto. Ma la buona battaglia si sta ancora combattendo. Il cornuto nemico adesso sa che, a maggior ragione, siamo tutti qui. Forse è questo il senso del criptico "in Portogallo si conserverà il dogma"? Grazie a questo centenario il mondo cattolico si è riunito attorno a Maria. E non è poco. Per l'occasione alcuni di noi sono andati al pellegrinaggio di Firenze promosso dal coordinamento toscano e dal coordinamento nazionale del Summorum Pontificum. Qui le foto.

ONG e Migranti. La foglia di fico è caduta completamente. Il torbido mercato legato all'immigrazione è ormai totalmente scoperto e, come ricordiamo spesso sul nostro sito, siamo davvero di fronte ad un grave insulto a Dio. Prostituzione, sfruttamento dei minori, droga, schiavismo. Dietro alle belle parole si nasconde solo questo. Ne parla diffusamente Blondet.

Fraternità San Pio X. Il Papa durante il viaggio di ritorno da Fatima ha parlato ancora di una soluzione imminente riguardo la questione della San Pio X. Anche Monsignor Pozzo, Ecclesia Dei, ha rilasciato un'intervista al riguardo. Non c'è ancora una data certa, ma l'accordo ci sarà. Intervista su Messa in Latino.

Corso di dottrina sociale. Rilanciamo con piacere l'iniziativa intrapresa da Bussola Quotidiana e Osservatorio Van Thuan. Si tratta di un corso online di dottrina sociale della Chiesa, che alcuni di noi hanno già frequentato. Il costo è contenuto e ne vale la pena. Link qui.

Follia totale. Nel primo paragrafo abbiamo parlato di molti cattolici in stato confusionale. Ebbene, il gesuita James Martin, consulente per la Comunicazione della Santa Sede, ha scritto su Facebook una roba del tipo: "Alcuni santi erano probabilmente gay. Una certa parte dell'umanità è gay. Anche una certa parte dei santi poteva esserlo. Potresti essere sorpreso quando in Paradiso verrai salutato da uomini e donne Lgbt". Al riguardo ci sembra che valga la pena di ricordare la frase detta recentemente da un predicatore: "Oggi nel mondo cattolico, molti pensano che imprudenza e superficialità siano un punto di forza".
E dire che già il capo dei gesuiti, padre Arturo Sosa ha dovuto fare marcia indietro riguardo le sue deliranti dichiarazioni sul Vangelo. Pare abbia fatto sapere che si trattò di imprecisione giornalistica. D'altronde, nessuno era li a registrare. O no?

 

0 commenti :

Posta un commento