17 luglio 2017

Il complesso di Ponzio Pilato e Telemaco


di Alfredo Incollingo

Mentre eravamo in apprensione per la sorte del povero Charlie Gard, la cui “condanna a morte” è stata fortunatamente ritardata, in Germania è stata approvata la legge sui matrimoni omosessuali. Il 30 luglio il “Bundestag”, il parlamento tedesco, con una maggioranza di 393 voti, ha dichiarato legittimi i matrimoni tra persone dello stesso sesso. La cancelliera Angela Merkel si è dichiarata contraria alla nuova legge, pur lasciando piena libertà di voto ai deputati della sua coalizione. Il quotidiano “La Verità” (01/07/2017), con un articolo di Alessandro Rico, ha definito il suo gesto un atto “alla Pilato”. Come il pretore romano riconobbe l'innocenza di Gesù, senza salvarlo dalla morte, allo stesso modo la Merkel ha espresso il suo “no” ai matrimoni omosessuali, senza coinvolgere la sua coalizione.

Il caso Gard, che sta animando l'opinione pubblica, mostra una situazione similare. Manca l'impegno diretto dei leader e tutto è affidato ai sottoposti, ai cittadini e ai fedeli. Papa Francesco ha mancato inizialmente di esprimere un giudizio esplicito sul caso Gard, che costituisce un gravissimo attentato alla vita e alla dignità umana. E' toccato ai vescovi inglesi e a qualche cardinale esprimere una dichiarazione di dissenso. Queste mancanze dei vertici della Chiesa e dello Stato sono sintomatici della generale paura di esporsi e di mostrare tendenze controcorrente rispetto al pensiero dominante.

Lo potremmo definire il “complesso di Ponzio Pilato”, ovvero il desistere dal prendere posizioni, ed è un atteggiamento molto diffuso al giorno d'oggi. La Chiesa e lo Stato nel passato avranno avuto comportamenti indegni del proprio ruolo alle volta, ma non mancavano uomini e donne di coraggio che sapevano imporsi. E' anche vero che oggi l'autorità è stata svirilizzata, castrata e annichilita e quindi ciò che osserviamo è la diretta conseguenza di questa fase “notturna” della civiltà, dove si vive la mancanza di una guida. La famosa espressione dello psicanalista Massimo Recalcati, “Il complesso di Telemaco”, ci racconta delle nuove generazioni in cerca di una figura paterna e autorevole. Anche noi siamo tanti “Telemachi” alla ricerca del padre Ulisse: abbiamo bisogno di una guida e di capi che sappiano rispecchiare la Verità, senza temere la reazione della maggioranza. I santi, a riguardo, sono esempi formidabili.

 

0 commenti :

Posta un commento