26 luglio 2017

Marilyn Manson. Non il solito scemo

Il cantante senza trucco
di Francesco Filipazzi

Marilyn Manson, la band shock rocker (in realtà una band che si identifica nel front man) più famosa del mondo, è tornata sulle pagine dei quotidiani italiani perché farà un concerto in Italia.
Diciamo subito che questo personaggio non è il classico cantante pseudo satanista, che si veste da pagliaccio, che suona musica inascoltabile. Non si può liquidare con sufficienza e non si può cercare di censurarlo o rimuoverlo prima di aver capito "cosa" dice e da "dove" proviene.
In primo luogo, il significato del nome. Marilyn Monroe e Charles Manson. I due lati, buono e cattivo, della personalità umana, che convivono in tutti noi.
Poi il trucco. Il cantante si veste come un mostro, uno spettro, un demone. Decidete voi. Le copertine degli album e i concerti sono macabri e spesso rasentano lo splatter.
Non si tratta però del solito scemo che vuole solo scandalizzare.

La "teologia" di Manson


Gli aspetti controversi che generalmente, in modo piuttosto superficiale, vengono sottolineati riguardo Manson, al secolo Brian Hugh Warner, sono legati ai testi che parlano di classiche storielle horror, di autolesionismo, pornografia, droga e vaccate assortite. Basterebbe questo per chiudere tutto e andare a casa. Anche la musica, da un punto di vista strettamente artistico lascia il tempo che trova e il modo di cantare, la death voice (cioè scream e growl) è inascoltabile. Lo dico da abituale ascoltatore di musica moderna, quindi i detrattori non vengano a darmi del bigotto che odia la musica rock. Semplicemente odio chi canta da schifo.

Tornando ai testi, molti di questi non sono per niente da sottovalutare, perché esprimono concetti che non sono estranei alla nostra religione e che anzi rivelano una determinata concezione del peccato e, dunque, sono concetti che possono essere collegati ad una visione del satanismo. In alcuni passaggi sembra di intravedere la prefigurazione di un'entità che, giungendo presso l'umanità, la odia apertamente, ne schernisce i peccati e le debolezze, tende solo a farne il proprio strumento malvagio.
Va inoltre sottolineato che Warner è stato un membro in vista della chiesa satanista di LaVey*, il quale sosteneva di non essere un adoratore del Demonio, ma di proporre una visione del mondo nella quale di fatto l'uomo è dio di se stesso. Il che è perfettamente in linea con la venerazione del Demonio, dato che sin dal peccato originale il Nemico ha cercato di indurre l'uomo a credersi Dio. "Diventerete come Dio". Vi ricorda qualcosa?

Si spiegano quindi frasi come quella contenuta in "The Reflecting god", "Il dio riflesso:
"I went to god just to see / And I was looking at me"
"Sono andato da dio solo per vedere / E stavo guardando me stesso".

Un altro messaggio molto chiaro è quello contenuto in Antichrist Superstar. Troviamo frasi del tipo:
" You built me up with your wishing hell /I didn't have to sell you".
"Mi avete costruito con i vostri desideri infernali/Non dovevo vendervi"
E, si chiederà il lettore, cosa avremmo costruito?
"the moon has now eclipsed the sun / the angel has spread its wings / the time has come for bitter things /the time has come it is quite clear / our antichrist / is almost here.../it is done"
"La luna ha eclissato il sole / l'angelo ha aperto le sue ali/ è giunto il tempo delle cose amare/il tempo è giunto, è ovvio/il nostro anticristo è quasi arrivato/è fatta".

Avete capito? I peccati degli uomini hanno chiamato questo anticristo. Tecnicamente non è neanche così sbagliato. Questi però se ne compiacciono.

In un'altra canzone più recente, Manson definisce sé stesso e i suoi come "Figli di Caino che guardano le scimmie suicidarsi". Non è difficile pensare che le scimmie siano semplicemente gli uomini. Il disprezzo verso i peccatori è tipico di Satana, che non ama né i suoi servi né le persone che corrompe.
Questi tre sono esempi sparsi, ma ce ne sarebbero decine.

Marilyn Manson con il costume di scena
Il cambiamento? Non proprio.
Successivamente, dopo l'allontanamento da LaVey, Manson dice di aver cambiato le tematiche dei nuovi album, dicendo di essere cresciuto e maturato. Però la sua modalità di presentazione al pubblico rimane la stessa. Il cantante dichiara che quello del passato era solo un pagliaccio. Rimane però il fatto che durante i concerti la Bibbia la brucia ancora. Avrà forse creato qualche testo più profondo, ma le canzoni del passato le canta tuttora. Forse ora non crede più in certe cose? Però le usa per fare soldi e i messaggi, come abbiamo dimostrato qui sopra, non sono certo buffonate. Fra l'altro non venga a raccontarci fandonie, la definizione di "figlio di Caino", risale al 2015 e si sa cosa si porta dietro.

Insomma, che Marilyn Manson sia legato al satanismo, lo abbia praticato come religione e ci abbia creduto è vero. Non solo quello "razionale" e più pericoloso di LaVey, ma anche quello strettamente consistente nella magia nera. Lo dice lui stesso nelle sue biografie e autobiografie.

Consiglio non richiesto


Il consiglio che darei a educatori, genitori e soprattutto ai sacerdoti non è quello di censurare, proibire o demonizzare l'ascolto di questa band, non servirebbe a nulla e anzi sortirebbe l'effetto opposto. Invito anzi a mostrare di non essere totalmente inconsapevoli riguardo i messaggi che vengono lanciati e di spiegarli in modo esteso agli eventuali improvvidi ascoltatori. Il male non va negato o rifuggito, ma affrontato. Soprattutto, non si demonizzi la presentazione esteriore di questo signore, che è la parte meno importante del personaggio, un costume di scena. Potrebbe presentarsi in giacca e cravatta cantando le stesse canzoni. Non sarebbe la stessa cosa?
Dobbiamo essere consapevoli che la gente come Marilyn Manson sguazza nell'ignoranza religiosa e nella mancanza di catechismo. Un deficit formativo che la Chiesa potrebbe riempire con un po' di impegno.

* LaVey ha avuto molto seguito negli Stati Uniti e prima o poi proveremo ad approfondirne la figura anche su questo blog.

 

2 commenti :

  1. Unica precisazione: il Death è un genere molto diverso da questo, infatti non canta affatto in growl.
    Aggiungo: personalmente ritengo più schifosa la presenza di tale j-ax e quell'altro cosetto in Arena, il salotto buono di Verona...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti usa lo scream, che comunque compone la death voice. Il growl in effetti richiederebbe una capacità che Manson non avrebbe...

      Francesco

      Elimina