07 agosto 2017

"In a Heartbeat", il nuovo video omo-pedagogico


(a cura di Marco Crevani)

di Doug Mainwaring

3 agosto 2017 (LifeSiteNews) - "In a Heartbeat", definito da milioni di persone "la cosa più bella che abbia mai visto", è un breve video animato sulla "cotta" di un giovane ragazzo di scuola media per un altro ragazzo, che sta attualmente sciogliendo alcuni milioni di cuori in tutto il mondo ogni giorno.

Pubblicato lunedì, il video di quattro minuti è diventato rapidamente virale. Martedì pomeriggio, aveva raccolto 3,7 milioni di visualizzazioni. Nel tardo pomeriggio di mercoledì il numero di visioni si era raddoppiato a 7,4 milioni. Giovedì mattina, si dirigeva verso gli 11 milioni.

Da una parte, la sua popolarità non è una sorpresa. È un cortometraggio avvincente e ben fatto, destinato a ricevere molti premi dei festival cinematografici. E poiché non esiste un dialogo, offre un appeal e una portata globali.

Il critico di Yahoo lo ha applaudito, dicendo: "Speriamo che, data la risposta che il cortometraggio ha ottenuto, i grandi studios avranno notato il fatto che le storie di LGBTQ dovrebbero essere raccontate e che, indipendentemente dalla tua identità sessuale, le persone possono relazionarsi con quelle prime vampate d'amore."

La campagna LGBT per i diritti umani (HRC) e altri lo coprono di lodi.

Non fatevi ingannare

Mentre molti all'interno e all'esterno del mondo gay possono sentire scaldarsi il cuore, in risonanza con il proprio ragazzino interiore preadolescente a disagio, c'è un problema. Un grosso problema.

"In a Heartbeat" sta ottenendo un sacco di attenzione, ma farà un cattivo servizio a coloro che ha l'obiettivo di aiutare. Potrà ulteriormente pregiudicare rapporti maschili, forti e sani, straordinariamente necessari. Una volta che i ragazzi e gli adolescenti sono incoraggiati verso l' omosessualità per far fronte all'esperienza comune dell'ansia sociale, indirizzata a mettere in discussione il loro orientamento sessuale, la loro sessualità rischia di diventare "ricondizionata". E una volta "ricondizionata" in questo modo, è difficile da annullare. Dovrei saperlo. Ero uno di loro.

Prima di procedere, guarda il video:


Il grosso problema

Una descrizione ufficiale del film ci dice: "Un ragazzo chiuso corre il rischio di essere abbandonato dal proprio cuore dopo che esce dal suo petto per inseguire il ragazzo dei suoi sogni".

Il problema è questo: il ragazzo dai capelli rossi che è descritto non è un "ragazzo chiuso". Gli animatori potrebbero pensare che stanno rappresentando un tale ragazzo, ma in realtà stanno raccontando una storia completamente diversa.

Ci mostrano un ragazzo che dimostra un livello estremamente elevato di ansia sociale. Quando lo vediamo prima, sembra spaventato a morte. È nervoso. E 'ansante. Ha palpitazioni cardiache. Salta dietro un albero per nascondersi dal secondo ragazzo dai capelli scuri, e così dimostra il suo disagio debilitante e l'incapacità di relazionarsi con il suo compagno di classe maschile.

E chi è il ragazzo da cui fugge, ma chiaramente attratto? È un ragazzo che dimostra totale fiducia in se stesso - il tipo che tutti i ragazzi socialmente imbarazzati invidiano e a cui vorrebbero assomigliare. Sembra imperturbabile, privo di problemi, in pieno autocontrollo. È così freddo che può anche far girare una mela su un dito mentre cammina leggendo sulla strada per la scuola. Il fatto che il ragazzo dai capelli rossi si nasconde dietro ad un albero per evitarlo, rivela quanto il suo sentimento di non essere accettato dai suoi colleghi maschi lo disturba.

Siamo chiari: i ragazzini di quell'età non stanno cercando una storia d'amore coi loro coetanei dello stesso sesso. Vogliono solo una cosa e la vogliono disperatamente: l'accettazione. A quell'età l'accettazione è più preziosa dell'oro.

"In a Heartbeat" è una distorsione pericolosa

Il ragazzo dai capelli rossi non è romanticamente attratto dal secondo ragazzo, anche se è questo che i creatori del film vogliono pensare. È attratto da un ragazzo che è il suo opposto, sicuro di sé e senza problemi.

I creatori del film hanno frainteso il proprio carattere: non è "chiuso" e non è "fuoriuscito" dal proprio cuore. Ha solo un forte grado di ansia sociale.

E la risposta per questo giovane non è 'romanticismo' con un altro ragazzo. La risposta è l'accettazione - sviluppare e perseverare nell'amicizia, e in questo per trovare l'accettazione. Il romanticismo tra i maschi è un miraggio, sempre dimostratosi sfuggente.

Guarigione reale e autentica

Il film promuove l'uscita dal disturbo d'ansia sociale facendo "outing" ed essendo "gay". Ma questa è una fuga dal disordine, non un mezzo per curarlo per diventare integri e sani come persona.

Il dottor Richard Fitzgibbons, esperto di guarigione coniugale e infantile, ha dichiarato a LifeSiteNews che il film è "psicologicamente dannoso per la gioventù, non è utile per i bambini che soffrono di disturbi d'ansia sociale".

Eppure sono proprio quei ragazzi che il film ha di mira e sono quelli messi a rischio dalla narrativa che promuove.

Secondo il sito web del Dr. Fitzgibbons 'ChildHealing.com, "il Disturbo d'Ansia Sociale (SAD) è il più rilevante di tutti i disturbi d'ansia. Uno studio del 2011 su 10.000 americani ha rivelato che i disturbi d'ansia sono stati i disturbi più comuni nella gioventù, che si verificano in circa un terzo degli adolescenti ".

"SAD è una paura marcata e persistente in situazioni sociali caratterizzate da pervasiva inibizione sociale, timidezza, mancanza di fiducia e paura. Ha un'età precoce di inizio, all'età di 11 anni in circa il 50 per cento e per l'età di 20 anni in circa l'80 per cento degli individui. La cosa più importante, la ricerca ha dimostrato che il rischio di suicidio giovanile diminuisce ritardando l'autoidentificazione come omosessuale. Uno studio ha dimostrato che il rischio di suicidio tra i giovani con attrattive per lo stesso sesso diminuisce il 20 per cento ogni anno che ritardano l'etichettatura come gay. "L'omosessualità: un vicolo cieco completamente insoddisfacente per i giovani maschi. Quentin Crisp, nel suo romanzo "The Naked Civil Servant, identificò l'enigma che affrontano gli uomini gay: "Se il Grande Uomo Oscuro mi incontrasse, non mi amerebbe. Se lui mi amasse, non potrebbe essere il mio Grande Uomo Oscuro". In altre parole, Crisp sta dicendo:" Se ho trovato l'uomo dei miei sogni "- come sembra il ragazzo del video di" Heartbeat "- non importa quanto attraente, maschile e virile. Se lui fosse interessato a me sia sessualmente che romanticamente o entrambe le cose, non potrebbe più essere l'uomo dei miei sogni perché non sarebbe più al 100 per cento "dritto". Ci sarebbe una grossa crepa nella sua armatura e lui mi deluderebbe." Si sente il ghigno di Satana da qualche parte nelle ali dietro i sogni irresistibili e scoraggiati di molti uomini gay. Non c'è da meravigliarsi che tanti diventano depressi. Questo è anche il motivo per cui il matrimonio omosessuale evaporerà nel tempo. Michael Glatze, ora pastore cristiano e soggetto del film "Io sono Michael", è stato un attivista omosessuale e gay fino a che non ha sperimentato la conversione a Gesù Cristo. Nel 2013 ha sposato sua moglie. In una lettera aperta a Ricky Martin dopo che Martin si dichiarò gay, Glatze scrisse: "L'omosessualità è una gabbia in cui sei intrappolato in un ciclo infinito di continuamente desiderare di più - sessualmente - che non puoi mai ricevere, costantemente pieno di vuoto, cercando di giustificare le tue azioni distorte con la politica e il linguaggio del "sentirsi bene". Ha anche detto al suo ex "amante":" Dio ti ama più di qualsiasi ragazzo che ti amerà mai ... Non mettere la tua fede in un uomo, una carne ... Questo è ciò che facciamo quando siamo bloccati nell'identità gay, quando siamo bloccati in quella grotta. Andiamo da ragazzo a ragazzo, alla ricerca di qualcuno che ci ami e ci faccia sentire bene, ma Dio è tanto meglio di tutti gli altri padroni là fuori".

L'attuale incessante trappola per gonzi di stretti rapporti maschili

Il mondo oggi, influenzato pesantemente dalla comunità LGBT e da media acritici, sconvolge rapporti stretti tra maschi adolescenti, facendogli mettere in discussione il loro orientamento romantico e sessuale. Questo è precisamente ciò che questo video si propone di fare ed ecco perché è così pericoloso. Non può a un bambino piacere un altro bambino senza che ciò venga interpretato come romantico o sessuale? Tutti i ragazzi vogliono amicizie strette con altri ragazzi. È un bisogno umano fondamentale.


Iscrivetevi alla nostra newsletter settimanale, che conterrà una rassegna dei nostri articoli. Utilizzeremo agosto come mese di prova, poi a settembre si parte a regime.

 

1 commento :

  1. Devo ammettere che il video è carino e accattivante,ma.....lo scopo è ben preciso, tutti i ragazzi devono diventare gay-amente sterili, dato che omocoppie non generano, non è forse questo il programma Gea respira se siamo solo 1 mld.invece che 7? Malthus, Huxley bros. e omolobbies ringraziano, in fondo ci buttano milioni di soldi......articolo bello, da far circolare.

    RispondiElimina