15 agosto 2017

Tra Assunzione e Ferragosto, la Pasqua estiva

di Roberto de Albentiis
Il 15 agosto si celebra la Dormizione e Assunzione della Madonna: secondo la tradizione apostolica, a Maria Santissima fu annunciato dall’Arcangelo Gabriele il giorno della sua morte, ed Ella volle morire come era nata e vissuta, cioè in preghiera; miracolosamente, gli Apostoli, che dopo l’Ascensione e la Pentecoste si erano dispersi per il mondo per annunciare il Vangelo, furono trasportati dagli Angeli a Gerusalemme (come narrato da Maria di Agreda in "Mistica Città di Dio"), dove Maria volle intrattenersi un’ultima volta con loro; indi, dopo aver pregato, spirò, addormentandosi beatamente.

San Pietro celebrò la Messa funebre e gli Apostoli portarono il feretro in corteo, corteo peraltro disturbato da un giudeo incredulo che volle provare a rovesciare la bara, ma che si ritrovò mutilato delle mani ad opera di un Angelo, come si vede in molte icone orientali.

Tale festa, di origine antichissima, nata in Oriente e diffusasi poi anche in Occidente, è così importante che è chiamata “Pasqua estiva”: in Oriente uno speciale digiuno di 14 giorni, che inizia il 1° agosto, prepara a questa grande solennità, una delle Dodici Feste del calendario liturgico bizantino; nella notte tra il 14 e il 15 agosto in molti Paesi ortodossi (ma anche in regioni italiane che videro la dominazione greca, come la Calabria, la Puglia, la Sicilia e la Sardegna) viene portata in processione la bara della Madonna, come fosse il Venerdì Santo, mentre in alcune zone occidentali è rimasto il costume di portare in processione un simulacro della Madonna adagiata sul letto.

Oggi 15 agosto, festa della Dormizione e Assunzione della Madonna, si parla anche di Ferragosto, e le due cose non si escludono a vicenda; è vero che la solennità mariana (e quindi cristiana) prevale su tutto, e soprattutto sul nostro tempo secolarizzato e mondano, però ogni verità cristiana è stata preceduta da una verità ebraica e pagana: il 15 agosto si celebravano i Feriae Augusti, grandi feste religiose in onore dell'Imperatore Cesare Ottaviano Augusto, e proprio sotto Augusto, al culmine delle profezie proclamate dai profeti giudei, dell'allineamento di pianeti e costellazioni e della pacificazione dell'Impero Romano, nacque Nostro Signore Gesù Cristo, Redentore non solo degli ebrei ma di tutti i popoli.

E nello stesso periodo, a Roma ("quella Roma onde Cristo è romano", per citare Dante Alighieri), proprio Augusto, primo uomo e per di più pagano, aveva una visione della Madonna: la Sibilla Tiburtina, consultata dall'Imperatore, annunciò che "dal cielo verrà un re di sembianze umane che regnerà per secoli e giudicherà il mondo", e proprio in seguito lo stesso Imperatore, che si trovava nella sua camera, fu testimone della grande apparizione di una vergine che su un altare teneva in braccio un bambino, mentre una voce annunciava che quello è l'altare del "Signore del Cielo".

Augusto cadde in adorazione e consacrò un altare a seguito di quella visione, e quell'altare fu la base della successiva Basilica di Santa Maria in Aracoeli, una delle più famose e venerate di Roma.
Il cattolicesimo non è una semplicemente una rivelazione calata dall'alto che s'impone d'autorità e che rifiuta tutto ciò che non nasce al suo interno, ma la Verità che si dispiega con una Rivelazione soprannaturale che avviene nella storia, preparata dalla Provvidenza usando anche strumenti non cristiani (si veda appunto Augusto e la provvidenziale funzione di Roma e del paganesimo), che utilizza anche tutto ciò che di buono che l'umano e le proprie istituzioni nella storia possono realizzare (la festività civile del ferragosto fu introdotta in Italia dal Fascismo). Pertanto oggi tranquillamente possiamo dire insieme : buon ferragosto e buona festa dell'Assunta perché le feste stanno insieme e l'una rimanda all'altra.

E poiché l’Assunta è la Pasqua estiva, come detto, poiché Gesù e Maria non possono essere mai separati, poiché Gesù con la Sua Morte e Resurrezione ha redento il mondo e Maria, con la Sua Dormizione e Assunzione ha partecipato alla grande opera della salvezza divenendo Corredentrice, santifichiamo la festa con la Comunione e la Confessione, come fosse una seconda Pasqua! Con la Confessione torniamo immacolati come il giorno del Battesimo, come Maria, sempre immacolata in quanto preservata dal peccato originale in vista della Sua grande missione di Madre del Redentore; proprio per l’Immacolata Concezione, Maria ha evitato la morte, addormentandosi solamente, e venendo assunta in anima e corpo in cielo, come avverrà con noi.
A tutti, buona Assunta E buon Ferragosto!  

1 commento :

  1. Auguri ricambiati e grazie per le bellissime spiegazioni.

    RispondiElimina