30 ottobre 2017

Il Riassunto del Lunedì. La guerra al Santissimo Sacramento


di Francesco Filipazzi

La transustanziazione non è un dogma? Uno dei "teologi" di punta di questo pontificato, Andrea Grillo, a quanto pare anche liturgista, dice ormai ai quattro venti che la transustanziazione non è un dogma. La Presenza Reale di Cristo nel Santissimo Sacramento per questo signore sarebbe una favoletta, che va contro la metafisica (sarebbe da chiedere quale metafisica, a questo signore...). Purtroppo a queste follie molti ci credono: la tattica di questo personaggio e dei suoi sodali è quella di rivolgersi a platee di ignoranti, che sentendo qualche parolone pensano di avere di fronte un luminare. Invece hanno di fronte solo gente in malafede: purtroppo questo Grillo è stato inserito nella commissione riservata (leggi sottobanco) che ha il compito di riformare la liturgia, per distruggerla. Il mandante di questa commissione è lo stesso Bergoglio, nessuno può negarlo. Sembra che l'obiettivo finale, quello che giustificherà l'apertura a divorziati risposati, donne prete, preti sposati, luterani, regime cinese e quant'altro, sia l'eliminazione del Santissimo Sacramento, la pietra di scandalo. Ma come dicevamo la settimana scorsa, per molti sedicenti cattolici, tutto va bene, basta mantenersi il posto...

Guerra al cardinal Sarah. Chiunque difenda il Santissimo deve essere defenestrato e umiliato. Il bersaglio attualmente nel mirino è il cardinal Sarah, continuamente vilipeso da coloro che sostengono la linea aperturista. Addirittura il Papa stesso ha fatto un documento per disconoscere l'interpretazione che il guineano aveva fatto del motu proprio Magnum Principium. La linea interpretativa "corretta" di quel motu proprio è quella che avevamo dato noi: vogliono creare dei messali nazionali fra loro totalmente slegati. Se Sarah si dimettesse, i pasdaran sarebbero felicissimi. E' per questo che il nostro deve tenere duro.

Nuova Accademia per la Vita. Poiché il Vaticano ha chiuso la Pontificia Accademia per la Vita, fondando al suo posto un organo composto da abortisti e cialtroni vari, quelli che componevano la vera accademia ne hanno rifondata una nuova. L'annuncio è stato dato sabato da Josef Seifert, e non vediamo l'ora che cominci a operare.

Convegno con i Massoni. In modo piuttosto prevedibile, tutti gli amici dei grembiulini che si erano infiltrati nella Chiesa, stanno uscendo allo scoperto. Il vescovo di Noto e un monsignore di Siracusa presenzieranno, con grandi sorrisi e abbracci, ad un convegno dal titolo "Chiesa e massoneria, così vicini, così lontani?". L'organizzazione è del Grande Oriente d'Italia e parleranno un bel po' di gran maestri della libera muratoria. Che dire? Ormai è tutto così chiaro. Altro che la lista Pecorelli...

Renzi ha parlato in Chiesa per farsi campagna elettorale. Vescovo e parroco si dicono sconcertati. Si aspettavano la Bonino.

Ecumenismo. Probabilmente si ricercherà una sorta di ecumenismo con i satanisti. D'altronde, questo Gesù che non si è fatto tentare era un rigido. L'unico ostacolo è che i satanisti profanano il Santissimo perché ci credono, più dei preti.



Iscrivetevi alla nostra newsletter settimanale, che conterrà una rassegna dei nostri articoli.

 

2 commenti :

  1. Eucharistomene, disse circa un anno fa in un accenno breve, ma denso come uno dei buchi neri dell'universo, un anziano sacerdote per il 60 dell'ordinazione, era chiaro che tendessero a quello, cancellazione di tutti i sacramenti, appiattimento globale e suicidio collettivo di tutto il cristianesimo nelle varie sfumature, ormai si lavora di riga e compasso e tutto quello che sta al di fuori viene tagliato........intelligenti pauca.

    RispondiElimina
  2. "...i satanisti profanano il Santissimo perché ci credono, più dei preti.".
    Terribilmente vero.

    RispondiElimina