13 novembre 2017

Il Riassunto del lunedì. È tornata la lobby gay



di Francesco Filipazzi

A che gioco gioca Nuzzi? Ad 8 e Mezzo, Nuzzi ha presentato il suo nuovo libro, Peccato Originale. Riportiamo alcune frasi interessanti pronunciate dal giornalista: "Esiste una lobby gay così potente da essere pericolosa per la sicurezza di Papa Francesco", "Eravamo partiti da una speranza alimentata da Benedetto XVI che aveva detto di aver sciolto la lobby gay", "E' stato Ratzinger a fare la lotta contro la pedofilia nella Chiesa", "Francesco ha fatto una commissione sui pedofili dove i membri se ne sono andati tutti", "Non cambi le cose andando a comprare un paio d'occhiali, quello è marketing, i festini nel Sant'Uffizio non si erano mai visti". Secondo Nuzzi, in pratica, il grande spazzino della situazione sarebbe stato Benedetto XVI, che però è stato messo fuori dalla lobby dei sodomiti. Francesco avrebbe dovuto continuare il lavoro, ma non lo fa (è sotto minaccia? non vuole farlo? non è capace?). In più, aggiungiamo noi, continua a fare (volutamente?) caos su questioni dottrinali.
Dunque la domanda è: Nuzzi, che ha contribuito alla fine del pontificato di Benedetto XVI e ora lo descrive (giustamente) come un santo, a che gioco sta giocando? Cosa è cambiato? Sicuramente la capacità di Nuzzi di fare soldi non è cambiata... ne renderà conto a chi di dovere un giorno.

Muller con Sarah sui testi liturgici. L'ex prefetto della Congregazione per la dottrina della Fede ha preso posizione sulla querelle nata fra il cardinal Sarah e il Papa stesso, riguardo la traduzione dei testi liturgici. Francesco aveva di fatto sconfessato il porporato africano, operando una vera e propria apertura, in virtù di Magnum Principium, il motu proprio sulla liturgia che, da più parti, è indicato come il primo tassello per la creazione di molte liturgie nazionali e quindi per la rottura dell'unità della Chiesa. Il tedesco ha in pratica dato ragione a Sarah. Inoltre, dopo aver subito numerose critiche per una prefazione ad un testo ereticheggiante di Buttiglione su Amoris Laetitia, Muller ha ribadito che non esiste possibilità di fare aperture sulla comunione ai divorziati risposati.



Bruxelles e Parigi. Tornano i guerrieri del Rosario. Ci stanno proprio emozionando questi ragazzi belgi. Dopo essere stati trascinati fuori da una cattedrale dalla polizia, mentre ponevano riparo con il Rosario ad una fetida cerimonia ecumenica in ricordo dei 500 anni dell'eresia di Lutero, emuli dei nostri eroi hanno ripetuto l'impresa in una chiesa di Parigi, per lo stesso motivo. La scena è la stessa. I vegliardi vanno in tilt per il rosario dei ragazzi e iniziano ad avere comportamenti surreali. In questo caso, potete vedere nel video, ci sono stati anche veri e propri casi di scatenamento di possessioni demoniache. O di uso di LSD. Un'ecumenica inscena un balletto allucinato davanti ad un altare, mentre una strega urla il suo odio e digrigna i denti a favor di telecamera. Il tutto finisce sempre con la polizia che porta fuori i cattolici da una chiesa cattolica.

Toni Brandi attenzionato dalla polizia per aver ricordato un Santo ed un cardinale. I fatti nudi e crudi. Un camion vela girava per Roma, quindi anche in zona Vaticano, recando l'effigie di Giovanni Paolo II e del cardinal Caffarra. Lo scopo era ricordare il prelato recentemente scomparso, braccio destro del santo Pontefice in tema di famiglia. Per motivi ancora da chiarire la polizia, dopo aver cercato di bloccare il camion, ha interrogato il committente della pubblicità, Toni Brandi. Motivo? Non si sa. L'ipotesi più accreditata è che dal Vaticano siano partite insistenti richieste alle autorità italiane

Basilica di Norcia. A Norcia, al posto di riedificare la Basilica così come è sempre stata, vogliono costruire la solita schifosa chiesa moderna. Purtroppo sembra tutto già deciso, ma è partita una petizione per fermare l'ennesima "cagata pazzesca". Vi invitiamo ad aderire, anche se nutriamo poca fiducia nel buon senso di chierici e architetti. Per la cronaca i monaci benedettini sono stati esclusi da ogni decisione, anzi sono stati sbattuti via senza troppi complimenti. Purtroppo per noi, ogni chiesa vomitevole costruita ex novo è un vero tormento, nonché uin monumento al padrone del mondo. Si aggiunge infatti alla lista delle demolizioni che dovremo attuare fra qualche anno, quando i tempi calamitosi che stiamo vivendo saranno finiti. Anche per il duomo di Terni è già pronto il secchio di vernice.
P.s. A breve pubblicheremo un piccolo dossier sui famosi "progetti pilota", quei concorsi messi in piedi dalla CEI per far progettare chiese ad architetti che in una chiesa non ci sono mai entrati. Molti degli obbrobri che vedete in giro sono stati pagati infatti con il vostro 8 per mille. Forse!


Iscrivetevi alla nostra newsletter settimanale, che conterrà una rassegna dei nostri articoli.

 

2 commenti :

  1. Nuzzi conosce la regola delle tre S (vabbé, la conosce chiunque abbia bazzicato una redazione giornalistica per quindici giorni): sesso, soldi e sangue. Ieri sera sono caduto per sbaglio su una trasmissione dove proponeva, oltre al suo ultimo libro, anche sconvolgenti novità e rivelazioni sul Vaticano: ovvero Marcinkus, l'assassinio di Giovanni Paolo I, Emanuela Orlandi... Mi aspettavo anche la papessa Giovanna, ma sarà per la prossima puntata.

    RispondiElimina
  2. Beh lo stesso diceva di aver scritto il libro che affossò Ratzinger per salvare il Papa e figuriamoci se non fosse stato così......passo a le Iene disgustosi fakers che insistono sui chierichetti del papa abusati sessualmente, ovvio , ma perché sempre con le immagini di Benedetto XVI, ma che ha fatto di male per meritarsi tutto questo odio? Forse no lo beatificheranno mai, ma resta un papa santo e non solo perché così è per me.

    RispondiElimina