06 novembre 2017

Il riassunto del lunedì. La caduta dei falsi dèi


di Francesco Filipazzi

Crolla Hollywood (con tutti i Filistei). L'industria della propaganda satanica più forte del mondo, Hollywood, sta crollando su sé stessa: essa si reggeva infatti su un sistema di turpi ricatti e accordi sessuali che, a quanto pare, si stanno scoprendo. E' stato scoperchiato il vaso di Pandora e, nonostante i media cerchino di minimizzare, l'affare si ingrossa sempre di più mietendo sempre più vittime. Kevin Spacey rappresenta il capro espiatorio di tutto il circo: molti sembrano essere stati molestati a sua insaputa. Comunque, come dicevamo tempo fa, si sta scoprendo che il vero problema dell'industria dello spettacolo USA è la pedofilia.
Oltre a Hollywood, pare che anche l'Onu sia il regno della malversazione sessuale (non avevamo dubbi), ma se ne scoprono sempre di nuove. Nei prossimi tempi faremo un dossier al riguardo. Altro che la "pedofilia nella Chiesa", fenomeno quasi inesistente se non per casi isolati e puniti, che lo star system hollywoodiano aveva ingigantito col caso Spotlight.
Finalmente stanno cadendo molti veli e soccombono i falsi dèi della modernità, dalle star dello spettacolo ai guru del falso umanitarismo. Non ci mancheranno.

Elezioni Sicilia e Ostia. Non di falsi dèi, ma di pirla veri, si tratta nella politica italiana. Il capo, Renzi, sembra aver portato il PD su un binario morto. Gli spogli siciliani sono ancora in corso al momento e l'unico dato reale è che il partito del centro sinistra bancario è finito male. Nonostante questo, spinti dai loro padroni internazionali, stanno cercando di imporre comunque lo Ius Soli al parlamento.
Nel frattempo a Ostia ci sono state delle elezioni supplettive. Lo scontro è fra centrodestra a traino Fdi e Movimento 5 Stelle. Casa Pound rasenta il 10%.
Sembra che le forze che, bene o male, rappresentano i principi non negoziabili saranno ben rappresentate.

Bollettino delle purghe vaticane. In Vaticano prosegue il cambio degli armadi: in settimana è andata in onda la purga più veloce della storia, roba che neanche Berija. Padre Thomas Weinandy ha reso pubblica una richiesta di chiarimenti al Papa, riguardo Amoris Laetitia, e dopo poche ore è stato fatto dimettere da tutti gli incarichi che ricopriva. Al suo posto metteranno probabilmente Weinstein, che sembra avere idee simili a quelle espresse dall'esortazione post sinodale.
Fra i purgati c'è anche il grande esperto di Islam, Padre Samir, colpevole di non essere in linea con l'idea di Islam espressa da Bergoglio, il quale è notoriamente esperto di altre religioni (ma evidentemente non di cattolicesimo).

Modo corretto di esprimere dubia. Le poste vaticane hanno emesso un francobollo per ricordare Lutero. Magari, affrancando le buste con quello, il Papa risponderà ai dubia.

Bruxelles val male una Messa. In settimana abbiamo dato notizia della cacciata di un gruppo di giovani da una chiesa di Bruxelles. Stavano dicendo il rosario durante una pseudo cerimonia ecumenica. Il demonio non ha gradito e ha reagito male: che ai giovani cattolici non sia permesso di pregare in Chiesa!

Evoluzione. Hanno scoperto a Sumatra una nuova specie di Orango. Il problema è che si sta già estinguendo. Evidentemente non sapeva che doveva evolversi, qualcuno glielo vada a dire.



Iscrivetevi alla nostra newsletter settimanale, che conterrà una rassegna dei nostri articoli.

 

0 commenti :

Posta un commento