03 novembre 2017

Nuovo libro di C&dM. "Fino alla fine del Mondo"



Il 25 novembre uscirà il prossimo libro di Campari&deMaistre, dal titolo "Fino alla fine del mondo - Vangelo, Proselitismo, Missione", nel quale i collaboratori del vostro blog preferito parlano delle prospettive future del cattolicesimo nel mondo.

L'opera sarà impreziosita da una prefazione di Ettore Gotti Tedeschi (con il quale avevamo battezzato a Piacenza il libro "Pensieri Controrivoluzionari"), il quale propone una riflessione molto particolare, su cui dovremo riflettere a lungo.

Daremo notizie su prezzo, scontistica, modalità di acquisto e presentazioni più avanti.

Sinossi:

Dopo Pensieri controrivoluzionari, Campari&deMaistre ci riprova, con una riflessione sullo spirito missionario. Il libro vuole proporre una visione dell’annuncio del Vangelo ancorata alla tradizione cattolica, spiegando che lo spirito di missione non è un umanitarismo quantitativo ma una proposta qualitativa della parola di Cristo. I capitoli partono da una disamina delle prospettive del cattolicesimo in Asia, Africa, Stati Uniti e Sud America giungendo poi ai rapporti con l’Europa secolarizzata e con l’Islam. Fra prospettive storiche e teologiche, spiegando che la missione ad gentes nasce dal Vangelo stesso e in virtù di ciò si critica l'umanitarismo. Il volume si conclude con un vasto saggio sulle radici dell'attuale atteggiamento “di-missionario” di una parte della Chiesa, frutto di una mentalità poco cattolica e molto rivoluzionaria.

Spiegazione di titolo e copertina:

Il titolo del presente volume mostra la doppia direttrice spazio-temporale della missione evangelizzatrice della Chiesa. Fino alla fine del mondo in senso spaziale, mostra come gli sforzi dei missionari cattolici si siano spinti e si spingano tutt’ora ad evange- lizzare tutte le genti a tutte le latitudini; Fino alla fine del mondo in senso temporale ricorda il compito del cristiano: far conoscere a chi non Lo conosce, o far riconoscere a chi Lo ha dimenticato, Gesù Cristo e il sacrifico della Croce, punto centrale della storia. La copertina sintetizza appunto il significato del titolo, presentando il globo crucigero, simbolo della regalità di Cristo sul mondo, usato diffusamente in periodo medievale (con buona pace di chi accusa i cattolici di aver creduto fino a Galileo che la terra fosse piatta). Stat crux dum volvitur orbis, dice il motto dei certosini: la Croce sta ferma mentre il mondo gira.

 

0 commenti :

Posta un commento