09 dicembre 2017

Contro Lutero. Nuovo libro di Padre Cavalcoli

In questo tempo di confusione, un tempo in cui in ambito cattolico si "celebra" la riforma luterana, che ha lacerato il cattolicesimo nel suo più profondo, una riforma le cui conseguenze ancora si fanno sentire dopo 500 anni, ecco un nuovo testo del teologo domenicano Giovanni Cavalcoli, un testo in cui il noto pensatore cattolico precisa le condizioni che permetterebbero un reale riavvicinamento tra la chiesa cattolica e i protestanti.

Questo leggiamo in "Contro Lutero: Perché non vogliamo morire protestanti" disponibile in questo dicembre 2017.

Padre Cavalcoli avverte: «In questi 500 anni dalla nascita del luteranesimo, molta strada hanno fatto cattolici e luterani sulla via della riconciliazione, soprattutto a partire dall’impulso all’ecumenismo dato dal Concilio. Tuttavia i luterani restano ancora fermi ad alcuni errori di fondo, che bisogna correggere, per togliere del tutto ogni divisione, affinchè questi fratelli siano “pienamente incorporati” alla Chiesa Cattolica. E diciamo quali sono questi nodi da sciogliere. Si possono ridurre sostanzialmente a tre, secondo un compendio suggerito dallo stesso notissimo modo luterano di riassumere i princìpi di Lutero: tre assiomi fondamentali, tre parole d’ordine, tre motti emblematici, tre direttrici teoretiche, tre linee d’azione: sola Scriptura, sola fides, sola gratia».

Un testo che non farà piacere agli oltranzisti dell'ecumenismo, a coloro che non riescono a vedere l'importanza della giustizia accanto alla pur necessaria misericordia, ai pastoralisti che hanno fastidio di ogni odore di dottrina. Un testo stringato ma denso, chiaro, preciso; un testo che non può mancare tra le letture di coloro che hanno ancora a cuore la dottrina cattolica e la sua grande tradizione.

Il volume è edito da Chora Books ed è disponibile su Amazon e sui maggiori negozi in rete.



Iscrivetevi alla nostra newsletter settimanale, che conterrà una rassegna dei nostri articoli.

 

0 commenti :

Posta un commento