10 febbraio 2018

Benedetto sulla via di Casa, nel silenzio

di Gregorio
Ha destato commozione la lettera che Benedetto XVI ha inviato a Massimo Franco qualche giorno fa. Al giornalista che chiedeva, per conto dei lettori, notizie riguardo la sua salute, l'Emerito ha risposto con nove righe, che sembrano poco, ma in realtà dicono tutto.


"Caro dott. Franco - scrive - mi ha commosso che tanti lettori del Suo giornale desiderino sapere come trascorro quest'ultimo periodo della mia vita. Posso solo dire a riguardo che, nel lento scemare delle forze fisiche, interiormente sono in pellegrinaggio verso Casa. È una grande grazia per me essere circondato in quest'ultimo pezzo di strada a volte un po' faticoso, da un amore e una bontà tali che non avrei mai potuto immaginare"

Ratzinger vive ritirato e nel silenzio, dopo essere stato alla ribalta della cronaca mondiale e dopo essere stato un punto di riferimento per miliardi di persone. Eppure, dopo la baraonda, ha scelto l'eremo. Una lezione, forse la più importante della sua vita, che riconduce all'essenza dell'esperienza cristiana. Il cattolicesimo, in particolare, è un incontro con il silenzio dell'eternità, l'abbandono del rumore mondano. Solo nel silenzio si può infatti incontrare Dio e ricucire quel legame con Lui che il Mondo sta cercando di recidere. 

La Forza del Silenzio, libro del Cardinale Sarah, aiuta a capire il perchè della scelta di Benedetto. Lo stesso Gesù, vissuto 30 anni nel silenzio, si ritirava spesso a pregare da solo. Consci di questo, gli eremiti e i monaci vivono nella preghiera e nella contemplazione. Così il Papa Emerito ha scelto anche lui l'opzione Benedetto (il Santo della Regola). Non è necessario infatti un attivismo sfrenato per essere cristiani, anzi il cardinale africano definisce il continuo attivismo, quello di chi non si ferma mai neanche per dire due preghiere e per ringraziare, una vera e propria eresia.

Molti simpaticoni in questi giorni ci scrivono ancora che Benedetto XVI ci avrebbe abbandonati al nostro destino, un pensiero che data la situazione può essere lecito. Ma la preghiera incessante e potente di un monaco silenzioso fa più di molte pagliacciate. Tutti noi dovremmo ricordarlo e pregare di più, ricercando il raccoglimento di una chiesa silenziosa.


 

0 commenti :

Posta un commento