15 marzo 2018

Il puntatore. Benedetto Benedetto

di Aurelio Porfiri
La storia della lettera di Benedetto XVI in favore dei libri sulla teologia di Francesco sta monopolizzando decisamente l’attenzione in questi giorni.
In realtà, per essere sinceri, la lettera è strana, ambigua: sembra come dicesse “mi piace molto la tua musica, peccato che non la posso sentire”. Allora come fai a dire che ti piace...Il fatto che l’ultima parte sia stata omessa non mi sorprende, fa parte dei giochi della politica (perché di questo parliamo, non di fede). Ho ormai abbandonato il candore di quelli che pensano che le cose fatte dai preti debbano essere innocenti. Non lo sono e specie ai livelli più alti giochi di potere ed intrighi certo non mancano. Ci sono anche santi e buone persone in Vaticano, ma vivono nell’ombra.
Ci ha donato delle cose belle e importanti papa Benedetto, ci ha dato una nuova consapevolezza sulla liturgia e sulla bellezza dell’autentica Tradizione. Chi pensa che il problema è lui, dovrebbe avere uno sguardo più profondo.
Mi sembra che al momento saggezza imporrebbe di non chiedere comunque troppo ad un uomo fragile nel fisico che cerca, che Dio lo aiuti, di servire ancora in qualche modo una Chiesa in grande difficoltà ma che è comunque stata per lui in tutta la sua vita, madre e maestra.
Purtroppo questa vicenda, come quella della Cina che applica al meglio la dottrina sociale della Chiesa mostrano carenze profonde e importanti. Comunque, molta gente oramai non si cura più di queste cose, dovremmo cominciare a coltivare un generale sano e spirituale distacco anche noi, curandoci dell’essenziale e lasciando le beghe clericali al loro destino.

I LIBRI RECENTI DI AURELIO PORFIRI SU AMAZON
(disponibili in cartaceo e in ebook – clicca sulla copertina per acquistare)
La Confessione
ET – ET: Ipotesi su Vittorio Messori
La Messa In-canto: piccola guida alla musica per le celebrazioni liturgiche
Les Deux Chemins: Dialogue sur la Musique (avec Jacques Viret)
Oceano di fuoco: commentari su Divo Barsotti
Ci chiedevano parole di canto: la crisi della musica liturgica


 

0 commenti :

Posta un commento